L’otoplastica è un tipo di procedura di chirurgia estetica molto comune per i bambini e per gli adulti. La maggior parte dei pazienti di otoplastica ha un’età compresa tra i 4 e 14 anni, ma anche un certo numero di adolescenti e di adulti si sottopone all’otoplastica.

L’otoplastica può correggere l’eccesso di cartilagine dei padiglioni auricolari e la sua forma, cioè il difetto comunemente noto come “orecchie a sventola”. Inoltre è possibile correggere altri particolari dei padiglioni e dei lobi, ed eventuali asimmetrie dovute sia a difetti congeniti (la maggior parte dei casi), che a problemi acquisiti in seguito a traumi.

otoplastica-correzione-orecchie-sventola

Quando fare l’otoplastica?

La cartilagine delle orecchie è già quasi completamente sviluppata dopo i 4 – 5 anni. È quindi possibile sottoporre un bambino all’otoplastica senza incorrere in particolari rischi legati alla giovane età. L’otoplastica è in genere realizzata per migliorare l’estetica delle orecchie e rendere il bambino meno esposto alle prese in giro e agli scherzi dei coetanei.

La cartilagine completamente sviluppata di un adulto non ha la stessa duttilità delle cartilagini auricolari dei bambini. Correggere le orecchie a sventola da bambini offre dunque due vantaggi:

- La cartilagine è molto flessibile, perciò permette un modellamento più efficace e semplice;

- Il bambino psicologicamente può avere grandi benefici dopo l’intervento di correzione delle orecchie.