Home Caduta dei capelli La caduta dei capelli

Caduta dei capelli

Nel processo fisiologico di ricambio della capigliatura, una caduta di capelli limitata fino a 100 capelli al giorno per le chiome folte, va considerata normale. Durante l’esistenza di un individuo esistono cicli di crescita, caduta e ricrescita che possono ripetersi venti volte.

In alcune donne la durata di ogni ciclo può anche essere superiore ai 4 anni. Ora, finchè la caduta dei capelli è nei termini di questo ciclo di ricrescita non dobbiamo preoccuparci poiché l’evento di perdita di capelli è da considerarsi naturale.

Quali sono gli esami per conoscere le cause al problema di perdita dei capelli?

Per conoscere le cause al nostro problema di caduta e capire se questo è un problema patologico, che costituisce un’anomalia radicata e non episodica, oppure fisiologica rientrando nel perimetro delle funzioni naturali dell’organismo, esiste uno specifico esame del capello chiamato Tricogramma.

Il tricogramma è un esame microscopico utilizzato in dermatologia condotto su un campione di capelli di un individuo per valutarne il rapporto percentuale delle varie fasi di sviluppo.

Esso è utile a valutare se una persona è soggetta ad un regolare e naturale fase di caduta di capelli oppure no; ad esempio, la perdita di capelli naturale che può avvenire in autunno o primavera quando la fase di caduta è più evidente per qualsiasi soggetto, non deve preoccupare particolarmente a meno che questa caduta non sia eccessiva se paragonata alla quantità di capelli che compongono la chioma.

Questo rapporto è importante e deve essere equilibrato: se il rapporto tra capelli nella fase di crescita e capelli nella fase di fine vita (quindi prossimi alla caduta) si sbilancia in favore di questi ultimi, siamo evidentemente in presenza di una caduta di capelli anomala. In questa fase la prima cosa da capire è se questo stato è un fenomeno temporaneo legato a fattori accidentali come cause emotive, stress, cause ambientali, fattori alimentari, ecc. oppure se la caduta di capelli sia legata a cause più profonde, importanti e durature.

Se non consideriamo i casi di competenza medica (problemi ormonali, cause di origine farmacologica, allergie, ecc.) un esame del capello permette di conoscere se alcune problematiche del cuoio capelluto, come seborrea o forfora, stiano agendo negativamente sulla salute dei capelli favorendo uno stato di caduta anomala.

Nella stragrande maggioranza dei casi mediante trattamenti tricologici localizzati e personalizzati si riesce a neutralizzare le cause che stanno provocando e incrementando notevolmente la caduta di capelli, ridimensionando questo evento entro limiti fisiologici.

Quali sono le tipologie di caduta e quali invece i rimedi alla perdita dei capelli?

E’ molto difficile catalogare le varie forme di perdita di capelli poichè essa può differenziarsi sia per la causa che genera la caduta che per l’area dove si presenta l’anomalia.

Proviamo ad elencare di seguito alcune aree che possono aiutare a capire meglio quali possono essere cause e rimedi per la caduta dei capelli.


 

Forme di Alopecia

L’ alopecia è un processo di diminuzione della qualità (in colore e in spessore) e della quantità di capelli oppure la loro completa scomparsa.

Le alopecie possono essere di vari tipi, classificate sia in forma con cui si presentano che in base alla causa che le determina. Tra queste ci sono Alopecie che rivestono carattere temporaneo o cicatriziale.

Tra le varie tipologie troviamo l’alopecia dovuta a fenomeni di Tricotillomania, in cui la caduta è causata da strappi (dovuti a nervosismo o manie) oppure da trazione;  abbiamo l’Alopecia psicogena da stress causata principalmente da fattori psicologici e da tensioni prolungate nel tempo; l’ Alopecia seborroica determinata dal sebo in eccesso; l’Alopecia androgenetica (o calvizie) la cui caduta dei capelli risulta ereditaria e non per ultimo l’Alopecia femminile molto diffusa negli ultimi tempi nella popolazione composte da donne, sia giovani che adulte.


 

Perdita di capelli reversibile o irreversibile?

La perdita di capelli può essere considerata reversibile nei casi di Telogen Effluvium  oppure purtroppo irreversibile nei casi di Telogen Defluvium.

Per Telogen effluvium in campo medico si intende una comune caduta di capelli molto intensa senza comparsa di chiazze glabre; questo tipo di perdita di capelli è molto diffusa ad esempio tra le donne dopo una gravidanza a causa della cessazione dell’effetto protettivo degli estrogeni.