acido salicilico

acido salicilico

Acido cogico

L’acido cogico è una sostanza nota per le straordinarie virtù schiarenti: non a caso, viene largamente sfruttato in cosmesi per preparare creme o gel ad azione depigmentante. Essendo un eccellente inibitore della melanogenesi (processo metabolico che regola la produzione della melanina), l’acido cogico trova indicazione soprattutto nel trattamento di melasma o cloasma, lentigo senili, lentigo solari ed occhiaie.

Se fino a pochi anni fa l’acido cogico veniva estratto dalla crusca del riso, oggi, la molecola schiarente per eccellenza è prodotta per via biotecnologica a partire da numerose specie appartenenti al genere Aspergillus e Penicillium.

La pelle ha una memoria di ferro riguardo le radiazioni solari od artificiali subite: le radiazioni UV possono creare effetti devastanti alla pelle nel lungo termine, causando un invecchiamento cutaneo evidente, pronunciato e precoce. I più immediati effetti collaterali delle radiazioni solari sono le ipercromie cutanee, o macchie scure che dir si voglia. Ecco dunque che le creme all’acido cogico possono attenuare – se non allontanare completamente – le alterazioni cromatiche subite.

Altri impieghi dell’acido cogico

Ma gli impieghi dell’acido cogico non si fermano alle macchie provocate dal sole. I prodotti all’acido cogico si rivelano efficaci anche per ridurre altri tipi di discromie cutanee, in particolare:

  • Lentiggini
  • Melasma, cloasma o altre macchie da gravidanza
  • Lentigo senili
  • Occhiaie